Home » migrazioni

migrazioni

Italia bloccata nella “trappola dei talenti” europea

Da |Marzo 14th, 2023|Tags: , |

Sempre meno giovani e sempre meno laureati. Tredici regioni italiane su 21 non sono solo in declino demografico perché molti vanno via, ma fanno fatica a formare i pochi giovani che rimangono e portarli fino alla laurea universitaria. E non è solo il Sud a soffrire.

Squilibri di potere e libertà di consenso nella gestione dei migranti

Da |Aprile 28th, 2022|Tags: , , , |

La raccolta di informazioni personali, inclusi i dati biometrici e quelli relativi all’etnia, viene ormai utilizzata come strumento standard nella gestione della migrazione. Il concetto di “consenso” è tuttavia spesso trascurato, e ciò rappresenta un problema soprattutto nel caso di minoranze e categorie di soggetti vulnerabili

Il sistema di asilo dei paesi UE è pronto per accogliere i profughi ucraini?

Da , , , , |Aprile 4th, 2022|Tags: , , |

Ai profughi ucraini è garantita una procedura di protezione speciale accelerata, ma i sistemi di accoglienza esistenti hanno centinaia di migliaia di richieste in sospeso che hanno fatto accumulare, in media, oltre 15 mesi di ritardo.

Europa: le mappe che raccontano le migrazioni nelle aree rurali e di montagna

Da |Novembre 8th, 2021|Tags: |

Il progetto di ricerca MATILDE ha pubblicato il suo primo report. Vi si fornisce una visione alternativa della migrazione nelle aree rurali e di montagna europee. Nell'analisi si va dal Vorarlberg in Austria alla regione di Bursa in Turchia

Il divario retributivo dei migranti si sta allargando

Da |Febbraio 26th, 2021|Tags: , |

L’ultimo rapporto dell’ILO indica che i lavoratori migranti hanno contatti più precari e guadagnano in media quasi il 13% in meno rispetto ai lavoratori nazionali, a parità di impiego. Questo divario si sta allargando, ed è particolarmente ampio nel caso delle lavoratrici migranti.

Come il Covid-19 ha colpito la salute di migranti e rifugiati

Da |Gennaio 15th, 2021|Tags: , , |

Con l’attenzione focalizzata sulla pandemia, rifugiati e migranti senza documenti sono scomparsi dai radar. Ma l’emergenza che li ha cancellati dall’agenda politica li ha colpiti in modo sproporzionato: minore, se non inesistente, accesso alle cure e alle protezioni, rallentamenti delle procedure di richiesta di asilo. L’analisi di Emanuela Barbiroglio, basata sui dati di un’inchiesta dell’Organizzazione mondiale della sanità.

Go to Top