In treno gratis per l’Europa: ecco i paesi dove i giovani si contendendono l’Interrail Pass

L’Interrail Pass consente di viaggiare in treno per l’Europa in 30 paesi e di rimanere in ciascuno di essi per tutto il tempo che si desidera. In estate saranno circa 14.500 i giovani europei che proveranno il brivido di questa esperienza a costo zero. 

Foto: DiscoverEU

Sono circa 14.500 i ragazzi che si sono candidati alla seconda edizione dell’iniziativa dell’Unione europea DiscoverEU , e si sono aggiudicati un Interrail Pass. Le prossime candidature si apriranno in estate.

A quattro mesi dalle elezioni del Parlamento europeo, l’iniziativa evidenzia anche l’entusiasmo fra i giovani per l’Ue. L’analisi dei dati mette in luce i paesi con il maggior numero di candidature e quelli che, invece, per l'Europa hanno manifestato un interesse piuttosto tiepido.
In termini assoluti, la Germania si è ovviamente attestata al primo posto in qualità di paese più grande dell’Ue: sono ben 14.300 i giovani che si sono candidati al programma DiscoverEU.
Tuttavia, se si rapportano i candidati al numero dei diciottenni nei rispettivi paesi, condizione necessaria per partecipare all’iniziativa, emerge un quadro completamente diverso. Malta, Portogallo e Irlanda i paesi più entusiasti. Ed è proprio l’isola del Mediterraneo che, con 93 candidature ogni mille diciottenni con cittadinanza europea, detiene il record.

Anche in Grecia e in Lituania l’interesse suscitato dall’iniziativa è stato elevato. La Germania si attesta a metà della classifica con 19 candidati ogni mille diciottenni. In fondo alla lista si piazzano i Paesi Bassi, la Danimarca, il Belgio e la Gran Bretagna, paese che si appresta a lasciare l’Ue.
A onor del vero, in alcuni paesi la risposta alla prima edizione dell’iniziativa è stata in parte diversa. Lo scorso anno nei Paesi Bassi, in Danimarca e in Belgio l'interesse suscitato dal programma è stato molto più elevato.
Ma il dato che rimane invariato è il forte interesse di Irlanda, Lituania e Lettonia, quello medio della Germania, le reazioni moderate di Francia e Romania, nonché il totale disinteresse della Gran Bretagna.
La risposta all'iniziativa DiscoverEU coincide in parte anche con i risultati delle ricerche sull'entusiasmo dei giovani verso l'Ue. I dati dell'indagine dell'Eurobarometro condotta lo scorso anno evidenziano che solo il 59% dei giovani britannici vede di buon occhio l’adesione all'Ue. A titolo di confronto, la cifra in Portogallo è del 72%. Il sondaggio si riferisce ai giovani di età compresa tra 15 e 24 anni.

Un’ampia maggioranza di giovani approva l’adesione del proprio paese all’Ue. Lo dimostrano anche i risultati dell’indagine sui giovani “Young Europe” condotta per la seconda volta nel 2018 dall'istituto di ricerca YouGov per conto della Fondazione Tui. Il sondaggio evidenzia che in Gran Bretagna e in Grecia l’entusiasmo per l'Ue è il più fiacco in assoluto.

Su alcuni aspetti i due studi hanno prodotto risultati molto diversi rispetto alla risposta all'iniziativa DiscoverEU. Secondo Eurobarometro, l'Ue desta l’interesse del 66% dei giovani tedeschi che si piazzano subito dopo i portoghesi, in testa alla classifica con il 67%. In Spagna l’Ue attrae solo il 36% dei giovani e il 39 per cento in Grecia. L’Italia, invece, registra un dato positivo pari al 48%.

Nel complesso, l'interesse per l’aggiudicazione dell’Interrail Pass ha subìto una flessione rispetto alla prima edizione dell’iniziativa, quando i giovani candidati furono più di 100.000. La seconda edizione invece ha registrato solo 79.000 candidature, un dato esiguo forse dovuto al fatto che dell’iniziativa erano al corrente meno giovani.

Martedì, 15 Gennaio 2019

Testata/e:

Spiegel Online

Traduzione di:

Grazia Ventrelli | VoxEurop

Data news