I reati penali sono in calo in Germania

Secondo il ministero dell’interno tedesco, nel 2017 la Germania ha registrato il più basso tasso di reati dal 1992: 5,76 milioni di reati, per i  quali sono state incriminate più di due milioni di persone. Di queste, il 14 per cento erano immigrati. I dati arrivano dal rapporto del BKA (Bundeskriminalamt) del Police Crime Statistics (PCS) del 2017.

Il PCS include nel suo rapporto solo i reati denunciati alla polizia ed esaminati dalla stessa; non considera, in altre parole, i reati che costituiscono una minaccia alla sicurezza nazionale e le violazioni del codice della strada.

Il PCS ha iniziato a prendere in considerazione il numero dei reati escludendo anche quelli connessi all’immigrazione, a partire dal 2015. Nel 2017, gli immigrati costituivano solo l'8 per cento degli indagati.

Vengono considerati crimini connessi all’immigrazione quei reati che violano le leggi che regolano i flussi migratori. Tra questi figurano i reati che violano le leggi sul diritto soggiorno, sull'asilo e sulla libera circolazione nell’Ue. In generale, se si escludono i reati legati all’immigrazione, nel 2017 vi è una differenza di circa 180.000 reati e di 138.000 indagati. Il numero degli immigrati incriminati risulta quasi dimezzato.

Nota:  ci sono 198.781 indagati per “reati legati all’immigrazione” e 152.943 per “reati non legati all’immigrazione” che non sono stati indicati in quanto di nazionalità sconosciuta o perché apolidi.

La Germania è stata teatro di numerose proteste dell’estrema destra contro l'aumento della criminalità considerato, dai manifestanti, una diretta conseguenza dell’aumento dei flussi migratori. La cancelliera Angela Merkel ha annunciato che non si presenterà alle elezioni del 2021 perché potrebbe non avere lo stesso sostegno: nel 2015 Merkel ha fatto entrare nel Paese oltre un milione di rifugiati.

Secondo il PCS “un confronto tra l’effettivo tasso di criminalità riconducibile agli stranieri residenti in Germania con quello dei cittadini tedeschi non è possibile a causa di un numero imprecisato di criminali non identificati e non schedati nel Police Crime Statistics”; inoltre “il censimento della popolazione effettuato nel  1979 e nel 2011 ha rilevato che i dati degli stranieri residenti in Germania e registrati (ottenuti per estrapolazione) sono poco attendibili”.

Tuttavia, se si considerano solo le persone denunciate, 736.265 sono stranieri. E se si escludono i reati legati all’immigrazione,risultano essere stati incriminati 599.357 stranieri, ovvero il  30 per cento del totale.

Se si escludono i reati legati all’immigrazione, gli immigrati denunciati rappresentano solo il 28 per cento degli stranieri incriminati.

Sabato, 24 Novembre 2018

Autore/i:

Kashyap Raibagi

Testata/e:

VoxEurop

Traduzione di:

Stefania Paluzzi | VoxEurop

Data news