Economia

La metà dei fondi europei per combattere il cambiamento climatico non ha prodotto risultati 

Martedì, 06 Luglio 2021 | Gianluca De Feo
| OBC Transeuropa

Tra il 2014 e il 2020 l’Unione europea, nell’ambito della Politica Agricola Comune, ha speso 100 miliardi di euro per combattere il cambiamento climatico. Ma questi fondi, che rappresentano la metà dell’intero budget UE destinato alla lotta al cambiamento climatico, non hanno portato a una riduzione delle emissioni di gas serra.


Balcani occidentali: la pandemia penalizza i più giovani 

Giovedì, 02 Settembre 2021 | Gianluca De Feo
| OBC Transeuropa

Alti tassi di disoccupazione, ineguaglianze sempre più evidenti e digital divide. Nei Balcani la crisi rischia di lasciare indietro soprattutto i giovani e provocare una nuova ondata di migrazioni, ma potrebbe anche offrire nuove opportunità per rilanciare le economie.


trade union demonstration in Brussels

Aumentano i lavoratori poveri nell’Ue: più 12 per cento in dieci anni 

Martedì, 23 Marzo 2021 | Naïri Nahapétian
| Alternatives Economiques

Il numero di lavoratori poveri è aumentato in 16 paesi dell’Ue. In risposta, la Confederazione europea dei sindacati chiede che la direttiva sui salari minimi della Commissione europea vieti di fissare stipendi minimi al di sotto della soglia di rischio di povertà.


L’impatto dei fondi Ue nella gestione dell’emergenza Covid 

Venerdì, 19 Febbraio 2021 | Openpolis

Prima degli stanziamenti aggiuntivi, come il recovery fund, uno dei primi strumenti messi in campo dall’Ue è stata la possibilità per gli stati di reindirizzare i propri fondi europei nel contrasto all’emergenza. Vediamo come questo processo è avvenuto, in Italia e negli altri paesi.


Le banche europee continuano a finanziare l’industria fossile 

Lunedì, 25 Gennaio 2021 | Gianluca De Feo
| OBC Transeuropa

Anche nell’ultimo anno le banche private continuano a non fare la loro parte: quale sarà il futuro della transizione energetica se i rallentamenti e gli ostacoli al sistema pubblico si uniscono all'inaffidabilità di quello privato?


Vaccini Covid: il tabù dei brevetti in Europa 

Lunedì, 22 Marzo 2021 | Stefano Valentino
| VoxEurop

Per l’Ue, gli intoppi nella distribuzione dei vaccini possono essere risolti grazie alle collaborazioni volontarie messe in campo dai colossi farmaceutici. Ma la società civile e diversi Paesi chiedono la liberalizzazione dei brevetti, per poter produrre autonomamente dosi e garantire la copertura vaccinale al maggior numero di persone possibile. Seconda parte dell’inchiesta di Stefano Valentino sulle pratiche monopolistiche delle aziende farmaceutiche. 


Croazia: come utilizzare i fondi europei? 

Giovedì, 26 Novembre 2020 | Toni Gabrić
| H-Alter

La Croazia nei prossimi anni riceverà una quantità rilevante di fondi europei. Ma le strategie su come si intenda utilizzarli sono quantomai ambigue.


La rinascita dell’Ue passa dalla green economy 

Giovedì, 27 Agosto 2020 | Petter Aspestrand
| OBC Transeuropa

Se messi in pratica in modo diligente ed efficace, i provvedimenti per la ripresa annunciati dalla Banca centrale europea e il Next Generation Plan della Commissione europea potrebbero dare inizio a una rinascita per l’Ue. Ma ci sono ancora degli ostacoli da superare. 


Vaccini: le “Big Pharma” controllano il flusso dei profitti della produzione 

Mercoledì, 03 Marzo 2021 | Stefano Valentino
| VoxEurop

Le case farmaceutiche aprono a collaborazioni pilotate con terzi sui vaccini Covid, ma rifiutano di condividere licenze e profitti. I governi Ue lamentano la penuria di dosi, ma non mettono in discussione l’organizzazione monopolistica della produzione.


Vaccini Covid: i costi del ritardo 

Venerdì, 19 Marzo 2021 | Stefano Valentino
| VoxEurop
MobileReporter

L’Unione europea oscilla tra difesa della salute e difesa del monopolio dell’industria farmaceutica, opponendosi alla liberalizzazione della produzione di vaccini, col rischio di frenare l’immunizzazione necessaria per la ripresa economica. Approfondiamo la questione in un’inchiesta in tre parti.