I partiti che salgono o scendono di più in Europa

Secondo le rilevazioni dei Poll of polls di POLITICO sui 28 paesi dell’Unione Europea, guadagnano campo i membri del Partito Popolare Europeo, che nel complesso crescerebbero dello 0,7% nell’arco degli scorsi due mesi.

II PPE consoliderebbe dunque la maggioranza relativa al parlamento europeo, confermandosi prima forza politica con all’incirca il 24% dei consensi. Seguono al secondo e terzo posto S&D, con il 18,3%, e Renew Europe con il 13,8%, che calano rispettivamente dello 0,9% e dello 0,7%. Più o meno stabili gli euroscettici di ID (10,6%), i conservatori dell’ECR (9,3%), i Verdi (8,2%) e la sinistra unitaria (7,1%). Si tratta comunque di oscillazioni minime su scala continentale, che spesso però dipendono da movimenti più importanti dei partiti nazionali nei diversi scenari politici dei 28 stati membri.

I partiti protagonisti delle elezioni politiche tenutesi nelle scorse settimane in Austria, Polonia e Portogallo sono tra quelli che subiscono le maggiori fluttuazioni nei sondaggi, rispecchiando quindi il trend registrato a livello europeo.

In Austria, la vittoria dello scorso 15 ottobre premia i popolari, che crescono nell’arco degli scorsi 60 giorni di quasi tre punti percentuali, mentre continua il crollo dei nazionalisti dell’FPÖ (-4,4%). Guadagnano consenso anche i popolari portoghesi del Partito Social Democratico (+4,8%), sconfitti un mese fa dai socialisti (-2,2%). Calano invece - dopo il trionfo del 13 ottobre - i conservatori polacchi di Diritto e Giustizia (-2,4%). Vox, il partito emergente della destra spagnola, approccia le elezioni del 10 novembre con un balzo in avanti del 3,6% ai danni dei moderati di Ciudadanos (-4,0%). 

Campagna elettorale, scandali, promesse mantenute o disattese, sono solo alcuni dei fattori che si concentrano intorno alla data del voto. L’incombenza delle elezioni è un elemento più che decisivo per l’andamento dei sondaggi relativi ai consensi dei partiti nazionali, e le recenti chiamate alle urne lo confermano.

Giovedì, 07 Novembre 2019

Autore/i:

Gianluca De Feo

Testata/e:

OBC Transeuropa
share subcribe newsletter