Un grafico può spiegare il crollo della socialdemocrazia tedesca?

I dati sul reddito della popolazione tedesca potrebbero spiegare il calo di voti del Partito Socialdemocratico (SPD) negli ultimi 15 anni.

Di cosa tratta questo lavoro

La crisi di leadership all'interno del Partito socialdemocratico tedesco (SPD) è stato uno degli effetti collaterali più significativi delle elezioni europee del 26 maggio. Quando il SPD è arrivato terzo dietro al partito dei Verdi - un risultato storico - Andrea Nahles, il presidente del partito si è dimesso. In un articolo dello Spiegel Online, Thomas Fricke mostra come un singolo fattore - vale a dire l'evoluzione del reddito netto del 10% più ricco e più povero della popolazione del paese - possa spiegare il continuo crollo del SPD e l'ultima ondata di shock legata alle dimissioni di Nahles.

Perché ci piace

I dati sembrano dimostrare che i sei anni in cui la SPD ha tenuto le redini del potere (1999-2005) hanno coinciso con un cambiamento storico nella distribuzione delle risorse economiche tra le fasce più ricche e più povere della società. Fricke cita anche altri indicatori, come il coefficiente Gini e gli indicatori per la misurazione delle persone a rischio di povertà, che restituiscono lo stesso quadro. Di conseguenza, sostiene, le sfide che attendono il partito sono ben lungi dall'essere legate solo a questioni di "leadership".

Mercoledì, 05 Giugno 2019

Testata/e:

VoxEurop
share subcribe newsletter