The four Italies

Dopo le elezioni generali italiane del 4 marzo, molti commentatori hanno enfatizzato la spaccatura degli elettori tra Nord e Sud ma, come riporta Il Sole 24Ore, uno sguardo più attento rivela che le differenze non sono così nette.

Di cosa tratta questo lavoro

I risultati delle elezioni generali italiane sono stati descritti dalla maggior parte dei commentatori come indicativi di una profonda scissione tra la parte settentrionale e quella meridionale del paese, con la prima schierata a sostegno della coalizione di centro-destra e la seconda che appoggia in maniera massiccia il Movimento 5 Stelle (M5S). Tuttavia, come evidenziato in questa infografica, la divisione non è così netta.

Questo lavoro di Filippo Mastroianni per Il Sole 24 Ore si basa sui dati raccolti da OnData e si concentra sui risultati dei quattro principali partiti nel voto per la Camera dei Deputati in ciascuno degli oltre 7mila comuni italiani.

Le quattro mappe nella parte superiore dell'infografica mostrano la distribuzione dei voti per Forza Italia, Lega Nord, M5S e Partito Democratico. La mappa in basso invece mette in evidenza il partito politico che tra i quattro ha ottenuto la percentuale più alta.

I risultati di ciascuna parte possono essere individuati cliccando sulle icone che rappresentano i leader di ciascun partito. Il menu a sinistra consente di entrare in dettaglio, filtrando i dati per regione e provincia.

Perché ci piace

Questo visualizzazione aiuta a far luce sulle sfumature del comportamento degli elettori in tutta Italia, superando l'interpretazione semplicistica della polarizzazione geografica.

È interessante notare anche i risultati che vengono presentati relativamente alla distribuzione dei voti all'interno delle principali città italiane, e che indicano diversi orientamenti di voto tra il centro città e le periferie.