Qual è il chilometro quadrato più innovativo d’Europa?

Un'analisi della provenienza dei brevetti combina diversi dataset e fa luce su fenomeni iperlocali e continentali, di Topi Tjukanov.

Mini maker fair in Espoo, Finland (photo: Hannu Makarainen/Flickr – CC BY-SA 2.0 )

Di cosa tratta questo lavoro

Topi Tjukanov si è trovato a lavorare su un enorme set di dati, tra cui 18,8 milioni di brevetti geocodificati e li ha trasformati in una mappa dell'innovazione in Europa. Combinando questi dati con la griglia demografica europea, è riuscito a identificare il chilometro quadrato più innovativo per ogni paese, ovvero il chilometro quadrato dove il rapporto di brevetti pro capite è il più alto. Il risultato è un affascinante viaggio attraverso l'Europa, passando dai sobborghi di una capitale a un polo universitario, fino ad arrivare a inaspettate cittadine. 

Perché ci piace questo lavoro

L'analisi di Tjukanov è esemplare sotto molti aspetti. Il collegamento tra il livello europeo e realtà iperlocale è affascinante e fornisce una serie di spunti per possibili analisi e inchieste. L'autore è molto trasparente per quanto riguarda l'aspetto tecnico della sua analisi, rendendo più facile verificare i risultati e, possibilmente, replicare un'opera di questo tipo. I risultati preliminari sono stati discussi su Twitter e si è tenuto conto di un feedback costruttivo.

Giovedì, 22 Agosto 2019

Testata/e:

OBC Transeuropa
share

Tags

Economia

subcribe newsletter