Le opinioni nei confronti di nazionalismo, immigrazione e minoranze religiose sono strettamente collegate

Le percezioni che riguardano migrazioni, nazionalismo e identità nazionale sono strettamente collegate tra loro: un'indagine del Pew Research Center ha analizzato i legami tra questi temi in 15 paesi dell'Europa occidentale.

Questa indagine del Pew Research Center si occupa della percezione, nell'opinione pubblica, di temi quali fenomeni migratori, nazionalismo e identità nazionale in 15 paesi dell'Europa occidentale.

Di cosa si occupa questo lavoro

Gli atteggiamenti nei confronti del nazionalismo, dell'immigrazione e delle minoranze religiose sono strettamente collegati. Ad esempio, coloro che sostengono che l'Islam è incompatibile con i valori e la cultura del loro paese sono anche più propensi ad appoggiare politiche restrittive verso i migranti. Inoltre, coloro che esprimono opinioni negative verso i musulmani sono, ancora una volta, più propensi a esprimerle anche nei confronti degli ebrei.

Attraverso 22 domande, i ricercatori hanno scandagliato queste attitudini e creato una scala graduata sulla quale posizionare le diverse attitudini. Più alto è il punteggio di un individuo sulla scala, più pronunciato il suo sentimento nazionalista, anti-immigrazione e anti-minoranze.

In generale, la maggior parte degli europei “occidentali” tende a ottenere punteggi nella metà inferiore della scala (meno di 5 punti sui 10 possibili). Ma ci sono profonde variazioni da paese a paese: in particolare, gli italiani hanno fatto registrate in molti casi un punteggio superiore a 5, mentre gli svedesi in media un ottengono un punteggio inferiore a quello degli intervistati negli altri paesi. Inoltre i cristiani (che si tratti di praticanti o no) ottengono, in generale, un punteggio più alto di coloro che non dichiarano un'appartenenza religiosa. In altre parole: l'identità cristiana - indipendentemente dal livello di osservanza religiosa - è associata a livelli più alti di sentimenti nazionalisti, anti-immigrazione e anti-religiosi delle minoranze.

Perché ci è piaciuto

Questo lavoro mostra l'influenza delle convinzioni religiose e personali su alcune delle questioni più critiche che l'Europa si trova attualmente ad affrontare: il nazionalismo e l'immigrazione. Dimostra, inoltre, quanto sia complesso e talvolta contraddittorio il rapporto tra europei, religione e immigrazione.

Lunedì, 25 Giugno 2018

Testata/e:

VoxEurop
share subcribe newsletter