L'elenco dei migranti morti nel viaggio verso l’Europa

Un progetto che raccoglie, in un elenco, il nome dei rifugiati e dei migranti che sono morti cercando di raggiungere l'Europa. 

Di cosa parla questo lavoro

Il progetto raccoglie, in una lista, il nome dei rifugiati e dei migranti che sono morti cercando di raggiungere l'Europa. Questo elenco, compilato dalla ONG olandese United for Intercultural Action nel corso degli anni, è stato pubblicato dal Guardian in collaborazione con la Chisenhale Gallery di Londra e la Biennale di Liverpool  lo scorso 20 giugno, Giornata Mondiale del Rifugiato.

Di fronte alla mancanza di dati ufficiali, l’Ong ha raccolto articoli di giornale, documenti di altre organizzazioni e rapporti della guardia costiera per mettere insieme i dettagli sulle morti dei migranti in viaggio in Europa dall'inizio degli anni Novanta. Il numero dei morti arriva a 34.361 ed è "in aumento". I decessi non avvengono solo in mare, ma anche nei centri di detenzione, in quelli per richiedenti asilo e nei centri urbani. Di questi circa 400 sono i casi di suicidio, oltre 600 quelli di morte violenta per mano di altri. 

Ogni puntino dell'infografica rappresenta uno dei 34.361 morti rilevati. Poiché i dati non sono esaustivi, non essendovi registrazione di ogni singolo incidente, "il numero reale di vittime è probabilmente molto più elevato". L'articolo mostra anche una mappa cronologica delle zone in mare in cui si sono verificati i decessi tra la Libia e l'Italia tra il 2013 e il 2017.

Perché ci è piaciuto

La cosiddetta "crisi dei migranti" sarà tra i temi di discussione durante il Consiglio europeo di Bruxelles del 28-29 giugno ed è diventata un tema politico importante in diversi Stati membri dell'UE, dove è considerata una questione di sicurezza e demografia, più che umanitaria.

Giovedì, 21 Giugno 2018

Testata/e:

VoxEurop
share subcribe newsletter