Degni di fiducia?

La maggioranza dei lettori invocano una copertura oggettiva dell’attualità politica da parte dei loro mezzi d’informazione.

A livello globale, c’è ampio consenso sulle aspettative del pubblico verso i mezzi d’informazione quando questi ultimi devono occuparsi di questioni politiche. Secondo un recente studio del Pew Research Center, svolto in 38 paesi, di cui dieci europei, la stragrande maggioranza dei lettori ritiene che i media dovrebbero garantire un trattamento obiettivo di questi temi.

I lettori europei sono quelli che disapprovano in maniera più forte i condizionamenti politici nella diffusione di informazione (lo considerano inaccettabile l’89 per cento degli spagnoli e l’88 per cento dei greci). Tra gli europei più soddisfatti della qualità della copertura di notizie di sguardo internazionale troviamo, in ordine decrescente, olandesi, tedeschi e svedesi, mentre britannici e francesi occupano rispettivamente il quarto e il quinto posto.

In questi paesi, l’affiliazione politica tende a rappresentare l’indicatore più significativo per quanto riguarda l’atteggiamento verso i media, superando educazione, età e sesso.

Nella maggior parte dei casi, le persone che sostengono il partito politico al potere si dichiarano generalmente più soddisfatti della copertura delle notizie da parte dei media nazionali rispetto a coloro che non simpatizzano col governo. In Svezia, ad esempio, il Partito socialdemocratico e il Partito Ambientalista i Verdi compongono la coalizione di governo. “Circa otto svedesi su dieci (82 per cento) tra quelli che sostengono questi due partiti dichiarano che i media svolgono un buon lavoro di copertura oggettiva delle questioni politiche. Non vale lo stesso per il 58 per cento di cittadini che, invece, non si riconoscono in questi partiti, come spiega lo studio.

“La soddisfazione espressa dai lettori verso i mezzi d’informazione è anche strettamente legata alla fiducia che ripongono nel governo e alla loro opinione sulla salute dell’economia nazionale.”

La maggior parte delle persone intervistate ritengono che i media del loro paese svolgono un lavoro di qualità per quanto riguarda la copertura dei fatti più importanti della giornata e l’attenzione rivolta alla classe dirigente e alle personalità ufficiali. La Grecia è uno dei due paesi, tra i 38 analizzati, in cui il 57 per cento degli intervistati afferma che i mezzi d’informazione non riportino correttamente gli avvenimenti più importanti.

Traduzioni disponibili
Lunedì, 22 Gennaio 2018

Autore/i:

Catherine André

Testata/e:

VoxEurop

Traduzione di:

Andrea Torsello | VoxEurop
share

Tags

Media

subcribe newsletter